Urban Innovative Actions

Urban Innovative Actions

La prima call (bando) dell’iniziativa Urban Innovative Actions, con uno stanziamento di 80 milioni di euro, è aperta dal 15 dicembre 2015 e scade il 31 marzo 2016.

Cos’è Urban Innovative Actions

Le città hanno bisogno di fare di più con meno: rispondere alle sfide crescenti, ma con un budget inferiore. Ciò richiede approcci innovativi. Pertanto, l’iniziativa Urban Innovative Actions è stata creata per testare nuovi approcci in grado di contribuire a risolvere le sfide affrontate dalle città (attraverso progetti pilota). L’obiettivo è quello di generare conoscenza rispetto a ciò che funziona e cosa no, il perché questo avviene, che cosa dovrebbe essere fatto in modo diverso, ecc..

Il bilancio totale dell’iniziativa è di 372 milioni di euro per il periodo 2014-2020. I progetti saranno selezionati attraverso inviti a presentare proposte (call), con un contributo FESR che non deve superare i 5 milioni di euro per progetto, un tasso di cofinanziamento unico dell’80% massimo e una durata di massimo 3 anni. I temi delle call saranno definiti annualmente dalla Commissione europea. La gestione di Urban Innovative Actions è delegata alla de Calais Nord-Pas in Francia.

Prima call dell’iniziativa Urban Innovative Actions

Temi

L’obiettivo principale del primo invito a presentare proposte (call) è di selezionare i progetti che intendono testare idee coraggiose e non ancora provate sui seguenti temi (topic):

    • povertà urbana (con particolare attenzione per i quartieri più disagiati);
    • integrazione di migranti e rifugiati;
    • transizione energetica;
    • occupazione e competenze nell’economia locale.

 

Autorità eleggibili – Chi può fare richiesta

Possono richiedere finanziamenti per realizzare azioni innovative le seguenti autorità:

  • qualsiasi autorità urbana di un’unità amministrativa locale definita, in base al grado di urbanizzazione, come city (città), town (paese) o suburb (sobborgo) e comprendente almeno 50.000 abitanti;
  • qualsiasi associazione o gruppo di autorità urbane di unità amministrative locali definite, in base al grado di urbanizzazione, come cities, towns o suburbs e con popolazione totale minima di 50.000 abitanti; può trattarsi anche di associazioni o gruppi transfrontalieri, associazioni o gruppi di diverse regioni e/o Stati membri.

Le definizioni dei concetti di unità amministrative locali e grado di urbanizzazione sono fornite da Eurostat. In particolare, il concetto di unità amministrativa locale nel contesto dell’iniziativa UIA si riferisce agli organi amministrativi democraticamente eletti nell’area urbana coinvolta (per es. comuni, municipalità, ecc.).

Spese ammissibili

  • Personale
  • Ufficio e amministrazione
  • Viaggi e alloggio
  • Consulenza e servizi esterni
  • Attrezzature
  • Infrastrutture e interventi edilizi

Principi di finanziamento

L’iniziativa UIA aderisce al principio del “costo totale”. Il cofinanziamento del FESR copre fino all’80% dei costi ammissibili del progetto. Ogni partner beneficiario del cofinanziamento del FESR deve essere in grado di garantire un contributo pubblico o privato che copra il resto del budget (almeno il 20%) sia con risorse proprie o provenienti da altre fonti. Ciononostante, si esortano i richiedenti a reperire la maggior parte dei contributi da fonti pubbliche.

Regime di pagamenti

Il regime di pagamenti dell’iniziativa UIA si basa principalmente su un sistema di erogazione di acconti a cura del FESR:

  • un primo acconto pari al 50% dello stanziamento concesso dal FESR all’Autorità urbana, versato alla firma della Convenzione di attribuzione del contributo;
  • un secondo acconto pari al 30% dello stanziamento concesso dal FESR all’Autorità urbana, versato dopo la presentazione e l’approvazione di una relazione intermedia sui progressi realizzati comprensiva di audit sulle spese del progetto;
  • un terzo acconto dello stanziamento del FESR, versato dopo l’approvazione della relazione finale sui progressi realizzati comprensiva di audit sulle spese del progetto;
  • versamento del saldo dello stanziamento del FESR per il progetto, dopo la presentazione e l’approvazione della relazione qualitativa finale.

Scadenza presentazione domanda

La data di scadenza per la presentazione della domanda è il 31 marzo 2016, 14h00 CET.

Info

Maggiori informazioni e tutta la documentazione necessaria per la presentazione della domanda può essere rintracciata al seguente link: https://www.uia-initiative.eu/en/call-for-proposals